Fondazione Zoé
“La storia di un uomo che, come tanti, conduceva una vita normale, credeva nel significato e nel valore della propria libertà e responsabilità. Quest’uomo era mio papà”.
Inizia così il libro che Umberto Ambrosoli ha pubblicato qualche anno fa con il titolo “Qualunque cosa succeda” in memoria del padre Giorgio, l’eroe borghese del film di Stajano che l’11 luglio del 1979 ha pagato con la vita la propria rettitudine nella gestione del fallimento del Banco Ambrosiano. Erano i tempi di Sindona, della P2 di Gelli, di Mons. Marcinkus a capo dello IOR.
“C’è sempre un altro modo” è invece la riaffermazione, amara e rabbiosa, che chiude un altro best seller dedicato ad un genitore scomparso nella notte della nostra repubblica: “L’inferno sono gli altri – Cercando mio padre vittima delle Br, nella memoria divisa degli anni ’70”, vero e proprio viaggio interiore con cui Silvia Giralucci descrive l’elaborazione del lutto più grande per una bambina di tre anni: la morte violenta del padre Graziano.
 
Da queste due storie, piene di similitudini e distanze, di umana disperazione e straordinaria forza d’animo, di notorietà alle cronache del tempo e grande solitudine familiare, partirà Paolo Possamai – Direttore del Piccolo di Trieste ed editorialista di Repubblica – per leggere il domani con gli occhi di due quarantenni socialmente impegnati, capaci di andare oltre il senso di rivalsa nei confronti della vita e mettere in piazza la propria esperienza. Per guardare avanti, non indietro. Per condividerla con gli altri e trasmettere una visione della vita capace di investire sugli altri e sul domani. Nonostante tutto.
 
L’incontro pubblico con i due scrittori si terrà mercoledì 10 ottobre alle 18 a Vicenza nell’ambito della rassegna “Vivere sani, Vivere bene – Il Respiro”.
 

Segui il programma  su questo sito.

Archivi

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Iscriviti alla Newsletter