Fondazione Zoé
Negli ultimi anni piattaforme sociali come Twitter stanno diventando rapidamente risorse chiave per informazioni sulla salute pubblica. Questa vasta rete di informazioni facilmente accessibili, generate dall’utente e monitorate in tempo reale, sta permettendo la creazione di modelli difficilmente rilevabili con le indagini tradizionali.
 
Un’interessante iniziativa è rappresentata da un progetto creato dai ricercatori dell’Università di San Diego, in California, in cui viene applicata la metodologia di microblogging per monitorare la percezione sull’uso di tabacco, con specifica attenzione al narghilè e alle sigarette elettroniche, nuovi interessi degli utenti.

In particolare sono stati raccolti 7362 messaggi su Twitter legati al tabacco, a intervalli di 15 giorni a partire da dicembre 2011 fino a luglio 2012. Ogni tweet è stato classificato manualmente attraverso dei modelli statistici di intelligenza artificiale (machine-learning classifiers) in grado di rilevare i post legati al tabacco relativi a genere, tema trattato e sentimenti rilevati.  

I risultati mostrano che i generi più diffusi sono:
1) esperienza direttamente riportata da chi l’ha compiuta (40%);
2) esperienza di più persone (14%);
3) opinione (9%). 

Tra i temi più trattati emergono:
1) narghilè;
2) smettere di fumare;
3) ma anche il piacere. 
 

Il sentimento verso l’ uso del tabacco è complessivamente stato più positivo (46% dei tweet) che negativo (32%) o neutro, anche escludendo il 9% di tweet classificati come “marketing”.
Questa alta prevalenza dell’atteggiamento positivo verso il tabacco è correlato  anche dall’immagine sociale, dall’esperienza personale e dallo sviluppo di questi nuovi prodotti come narghilè e sigarette elettroniche.
 
Nonostante alcune limitazioni dello studio, si è cercato di descrivere come poter creare un sistema basato su social media che possa essere di informazione per gli operatori della salute.

Fonte: Myslin, 2013. Per approfondimenti 

 
Articolo nato dalla collaborazione tra la Fondazione Zoé e il CCF – Centro Studi di Comunicazione sul Farmaco dell’Università di Milano, per approfondire la letteratura in materia di Comunicazione della Salute. Vedi pagina Collaborazioni.

Archivi

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Iscriviti alla Newsletter