Fondazione Zoé

Nel 2050 si stima che ci saranno molti più nonni che nipoti… cosa comporta tutto ciò?

Si stima che nel 2050 ci saranno molti più nonni che nipoti: è quanto emerge dal “Rapporto sulla non autosufficienza in Italia” predisposto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) gli over 60 passeranno da 650 milioni a 2 miliardi e, nel 2020, la popolazione anziana in Europa sarà superiore a quella che il sistema sanitario potrà ragionevolmente sostenere.

In questo panorama, l’Italia è uno dei Paesi europei con il maggior indice di invecchiamento, con la conseguente crescita esponenziale delle spese di cura per anziani, ospedaliere e territoriali, per il prossimo futuro.

Il costante aumento dell’incidenza della popolazione anziana, fenomeno che anche in Veneto sta assumendo dimensioni particolarmente significative, mette in luce la necessità di una particolare attenzione presente e futura, alle politiche assistenziali degli anziani non autosufficienti, sia sotto il profilo sanitario, sia in quello socio-sanitario e più propriamente sociale. Al moltiplicarsi dei bisogni di una persona nel corso della sua vitta
Molteplici bisogni convivono spesso nella stessa persona e rappresentano la sfida dell’integrazione tra i diversi soggetti istituzionali, quali ASL, Comuni, Istituti per anziani, verso una visione multidisciplinare.
 
Per far fronte a quest’esigenze, tra i mesi di marzo e maggio, Fondazione Zoé e Il Diritto della Medaglia hanno organizzato un ciclo di tre seminari giuridici incentrati sulla delicata problematica de “La gestione del rischio legale nell’assistenza alle persone non autosufficienti“.
Nel corso del seminario verranno dunque approfondite le numerose problematiche etico-legali cui le strutture che erogano i relativi servizi (assistenza domiciliare, centri diurni, strutture residenziali) fan fronte quotidianamente nell’assistenza alle persone non autosufficienti e per le quali spesso l’ordinamento giuridico non fornisce risposte certe e assolute.
Si pensi, ad esempio, al principio della libertà di autodeterminazione al trattamento sanitario ed alla sua applicazione nelle strutture residenziali dove, spesso, gli ospiti sono soggetti in condizioni di demenza. Oppure ai profili di annullabilità/nullità dei contratti in dotazione presso le residenze assistenziali, alla luce della più recente giurisprudenza che, in alcuni casi, ne ha dichiarato la nullità. E ancora, al difficile rapporto tra il personale infermieristico e quello di supporto. 
 
Il seminario (che avrà come relatori tre avvocati vicentini specializzati nel settore – Andrea Berto, Paolo Berto e Stefania Cerasoli – ed i responsabili di ItaliAssistenza, realtà nazionale che si occupa dell’assistenza domiciliare) si articolerà in tre corsi:

1) Il primo, venerdì 21 marzo, si focalizzerà sulla tutela per gli anziani con declino cognitivo ed affronterà le tematiche relative al principio dell’autodeterminazione al trattamento sanitario e alla contenzione fisica.

2) Il secondo, che si terrà l’11 aprile, avrà come oggetto la “responsabilità professionale” e approfondirà gli aspetti civilistici e penali legati alle qualificazioni “di pubblico ufficiale” e di “incaricato di pubblico servizio”, nonché al rapporto con il personale di supporto.

3) L’ultimo incontro, venerdì 9 maggio, si concentrerà sui contratti per l’assistenza residenziale alle persone non autosufficienti e si proporrà di valutare i profili di annullabilità/nullità dei contratti in dotazione presso le residenze assistenziali alla luce della più recente giurisprudenza. 
 

Destinatari degli incontri sono gli infermieri, gli operatori dei servizi sociali e assistenti sociali, volontari, funzionari amministrativi e delle aziende sanitarie locali, segretari comunali e legali delle residenze assistenziali, oltre alle figure dirigenziali.

Il seminario sarà anche l’occasione per presentare il blog “Il Diritto della Medaglia” (www.ildirittodellamedaglia.it), ideato per diffondere tra le persone non autosufficienti e tra i loro familiari la consapevolezza dei loro diritti.

Tutti i corsi si terranno il venerdì dalle 14.30-17.30 e la partecipazione è gratuita e consentita fino ad esaurimento posti, previa iscrizione online (http://www.fondazionezoe.it/code/16615/Seminari-legali), dove è pure possibile consultare il programma completo del corso.
 

Archivi

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Iscriviti alla Newsletter