Fondazione Zoé

Al via, il 3 dicembre in Zoé, il nuovo corso di prevenzione peditatrica “Bambini in salute”

Quando si parla di prevenzione e di sicurezza pediatrica, si deve fare il conto con alcuni miti da sfatare. Tra i più comuni: “se deve succedere, succede…” oppure “gli incidenti dipendono dal caso, sono fatalità…” o ancora “vuoi che succeda proprio al mio bambino?”.
Eppure i bambini crescono e nel farlo sperimentano, esplorano, corrono, toccano con mano e, talvolta, si espongono a rischi che mettono a repentaglio la loro sicurezza e, di conseguenza, la loro salute. Non sempre però gli adulti sono consapevoli di questi pericoli, perché quando ci si trova in casa, ci si sente al sicuro e protetti, difficilmente si realizza che è proprio tra le mura domestiche che accadono il maggior numero di incidenti. Le cause degli incidenti non sono fatalità e si possono prevenire e prevedere.
 

In particolare, i bambini sono intrinsecamente portati al pericolo, sia per caratteristiche della propria personalità (impulsività, bisogno di muoversi, di esplorare, incapacità di percepire rischi e pericoli), sia per aspetti legati al loro sviluppo ed alla loro maturazione neurosensoriale (campo visivo limitato, difficoltà di lateralizzazione nella percezione sonora, incapacità di comprendere simboli e concetti astratti).
È quindi importante che l’adulto conosca le situazioni di rischio in ambiente domestico, in modo da poterle prevedere e prevenire, ricordandosi che ad ogni età del bambino corrispondono dei pericoli (e di conseguenza delle accortezze) specifici.
Ciò che rende difficile la prevenzione degli incidenti domestici è, da un lato, la grande varietà delle dinamiche con cui avvengono e, dall’altro, l’acquisizione progressiva di nuove abilità da parte del bambino che a volte anticipano le capacità di previsione. Per riuscire ad “arrivare prima che” è utile acquisire delle competenze base sulla rilevazione della sicurezza in ambienti domestici. Campagne di informazione, associate a corsi di formazione rivolti a genitori ed educatori, vengono proposti come metodi multipli per approcciare in maniera adeguata il tema della prevenzione pediatrica.
 
Dopo il successo del corso proposto a luglio, Zoé propone la seconda edizione di “Bambini in salute”, due lezioni teorico-pratiche aperte a tutti (previa prenotazione), per apprendere le linee guida e gli accorgimenti da adottare nel quotidiano per prevenire gli incidenti domestici e su strada e intervenire con prontezza in caso di emergenza.

Il 3 dicembre, dalle 16 alle 18 in Fondazione Zoé, la dottoressa Silvia Manea, dell’Osservatorio Regionale Veneto della Patologia in età pediatrica, tratterà il tema delle strategie di prevenzione e delle fasi di intervento in caso di incidenti domestici e su strada nei minori. Il 17 dicembre, sempre dalle 16 alle 18, la dottoressa Maddalena Facco, dell’unità operativa di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza, parlerà invece della disostruzione delle vie aeree.
 
Per partecipare:ISCRIVITI QUI

Archivi

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Iscriviti alla Newsletter