Fondazione Zoé

Ecm

Corso accreditato Ecm

La  tosse: un sintomo da non sottovalutare. Specialisti a confronto.

Nell’ambito di Vivere sani, Vivere bene 2010, la Fondazione Zoé ha proposto un corso accreditato ECM (Educazione Continua in Medicina) dal titolo La tosse: un sintomo da non sottovalutare. Specialisti a confronto.
L’iscrizione, gratuita e fino ad esaurimento posti, ha consentito l’accreditamento di 100 infermieri e di 100 medici chirurghi specializzati in farmacologia, medicina generale, medicina interna, malattie dell’apparato respiratorio e otoringolaringoiatria.
Lo scopo del simposio è stato quello di offrire ai partecipanti gli strumenti razionali da porre a fondamento delle scelte diagnostico-terapeutiche e assistenziali per curare il sintomo della tosse nel paziente seguendo un’analisi sistematica della cause.
In allegato il programma
Segreteria organizzativa:

EVERYWHERE s.r.l.
Vicolo Volto Cittadella, 8
37122 Verona
Fax 045 593487
e-mail info@everywheretravel.it

Formazione Utenti Familiari Esperti

 Formazione Ufe (Utenti familiari esperti) a Vicenza

La Fondazione Zoé come punto di riferimento per l’associazionismo legato al mondo della salute dell’area vicentina. Un riferimento anche fisico, oltre che culturale, che attrae coloro i quali intendono sperimentare nuove forme di comunicazione e di formazione nell’ambito della salute.
In quest’ottica è iniziato a febbraio, nella sede della Fondazione Zoé, il ciclo di 10 incontri UFE (Utenti Familiari Esperti), dedicato alla formazione dei familiari di persone colpite da malattia mentale.
Organizzato dall’associazione Di.A.Psi.Gra. (Difesa Ammalati Psichici Gravi) e coordinato da un esperto del settore come Ermanna Lazzarin, ex capo di Dipartimento della Salute mentale di Vicenza, il progetto promuove un percorso di cura partecipato che comprende una parte medica, una psicologica ed una riabilitativa.
Gli incontri vertono sulla trasmissione di esperienza  da parte di coloro, utenti e familiari, che hanno attraversato l’esperienza della malattia mentale con un proprio parente e sono in grado di fornire in modo strutturato e continuativo delle prestazioni di assistenza riconosciute ed utili ad attuare un percorso positivo per le persone con disagio psichico.
E’ stato infatti accertato attraverso diversi studi nazionali e internazionali, che la maggiore attrazione verso le cure e il trattamento precoce da parte di una persona o di una famiglia che venga colpita da malattia mentale è data dall’incontro con l’esperienza di chi ha vissuto la stessa difficoltà. Questo viene definito “processo di prossimità”, ovvero il sentire la vicinanza nella malattia di una persona che l’ha vissuta dentro di sé e l’ha saputa affrontare rende meno soli e più solidali, rafforzando la convinzione su ciò che può essere giusto fare e ciò che lo è di meno. Infatti molte famiglie lasciate sole nelle prime fasi di sviluppo di una malattia psichiatrica, spesso ricorrono a forme di cura non convenzionali  o alla negazione stessa, perdendo tempo prezioso di trattamento e riabilitazione.