Fondazione Zoé
cervello-VSVB

Che cosa sono le neuroscienze e cosa ci spiegano dei rapporti della mente con il cervello? Quanto è importante mantenere il nostro benessere mentale in un contesto demografico in cui la vita si allunga progressivamente? Quali passi avanti sono stati fatti e che futuro prossimo ci aspetta? Che ruolo hanno le relazioni umane per la salute della mente e come sta evolvendo il lavoro di cura? Quanto possono intervenire il progresso scientifico e quello tecnologico a sostegno della prevenzione e della terapia?

Affidando le risposte a queste domande ad alcuni dei massimi esperti del mondo della medicina, della psicologia, dell’assistenza, della filosofia e dell’innovazione, la nuova edizione di Vivere sani, Vivere bene dedicata a “La mente in Salute” ci aiuterà a fare un passo avanti nella comprensione delle basi fisiologiche e psicologiche del comportamento, nella conoscenza del Sistema Nervoso Centrale e nella consapevolezza dell’importanza di una corretta educazione alla salute.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI SONO GRATUITI.

PROGRAMMA

20.45
Teatro Comunale Città di Vicenza
PIERGIORGIO ODIFREDDI
INTELLIGENZA UMANA, ANIMALE E ARTIFICIALE
UN PUNTO DI VISTA SORPRENDENTE SUL RAPPORTO MENTE/COMPUTER

Il computer è stato concepito da Alan Turing come un modello meccanico della mente. Oggi le carte si sono invertite e la mente si può considerare come un modello biologico del computer. Più in generale, si può sviluppare un’analogia tra hardware e software da un lato e corpo e mente dall’altro. Esploriamo questa prospettiva istruttiva e stimolante sia dal punto di vista biologico che da quello informatico insieme a Piergiorgio Odifreddi, matematico, già docente di Logica all’Università di Torino e alla Cornell University, Premio Galileo 2011 per la divulgazione scientifica e collaboratore di “La Repubblica”.

7.45
Tempio di Santa Corona
MATTEO FOSSI
MUSICAL-MENTE
CONCERTO DEL RISVEGLIO

Negli ultimi anni della sua vita il Cardinal Martini cominciava tutte le sue giornate ascoltando Mozart. Era convinto che quelle note imprimessero un “ritmo” diverso alla sua quotidianità; le più recenti scoperte neuroscientifiche ci hanno spiegato che aveva ragione e anche il perché. Proveremo a capirlo anche noi ascoltando tutti insieme, alle prime luci dell’alba, alcuni tra i pezzi più belli di Mozart, Scarlatti, Schumann e Debussy, interpretati dallo straordinario talento del pianista Matteo Fossi, allievo – tra gli altri – di Maurizio Pollini all’Accademia Chigiana di Siena, e divenuto uno dei più importanti e apprezzati pianisti della sua generazione.
Al termine del concerto, caffè e brioches.

Programma:
Robert Schumann
Arabeske op.18 in Do maggiore

Domenico Scarlatti
Sonata in Sol maggiore K.104 F.63 in Sol maggiore
Sonata in Sol maggiore K.105 F.64 in Sol maggiore

Wolfgang Amadeus Mozart
Variazioni sull’Arietta “Unser dummer Pöbel mein” di Gluck K.455 in Sol maggiore

Claude Debussy
Estampes
Pagodes
Soirée dans Grenade
Jardins sous la pluie

10.00-17.30
Loggia del Capitaniato
GRUPPO PLEIADI
LE OLIMPIADI DELLA MENTE
LABORATORI DI ANIMAZIONE SCIENTIFICA PER BAMBINI

45 minuti di sfide appassionanti per allenare insieme mente e corpo. Sport e scienza si fondono in gare di equilibrio, lanci di catapulte, tornei di tabelline, costruzioni di esperimenti e invenzioni di indovinelli! Tante avvincenti competizioni – condotte da educatori esperti – ci insegneranno quanto sia divertente allenare la mente con l’esercizio, il gioco e la curiosità e quanto sia importante scambiarsi le idee per superare qualsiasi prova.
Dedicato ai bambini dai 4 agli 8 anni.

Prenotazione obbligatoria: 0444 325064 – segreteria@fondazionezoe.it

11.00
Palazzo delle Opere Sociali
STEFANO BARTEZZAGHI
IL GRANDE GIOCO DI MENTE E PAROLE
ALLENARSI AL E CON IL LINGUAGGIO

Giocare con le parole ci fa bene? Il linguaggio racconta qualcosa della natura della nostra mente e delle nostre abilità? Quanta memoria si deposita nelle parole?
Ne parliamo con Stefano Bartezzaghi, semiologo, giornalista e scrittore, autore di rubriche sui giochi, sui libri e sul linguaggio per La Repubblica e L’Espresso (“Lessico e Nuvole”, “Lapsus”, “Fuori di testo”, “Come dire”), professore alla IULM, figlio dell’enigmista Piero e fratello di Alessandro (condirettore della Settimana Enigmistica), allievo di Eco e autore, tra l’altro, del recentissimo “Parole in gioco”.

18.15
Fondazione Zoé
ANDREA BONOMI
IO E MISTER PARKY
A CONFRONTO CON UNA NUOVA IDENTITÀ

A un professore universitario in pensione viene diagnosticata una malattia neurodegenerativa che – da quel momento – lo costringe a confrontarsi con una nuova identità che si affianca alla sua. Il confronto assume presto la forma del racconto e confluisce in una narrazione fatta di personaggi reali e immaginari che sfocia in un dialogo di sorprendente sincerità con la malattia stessa.
Ripercorriamo la vicenda narrata nel romanzo “Io e Mr. Parky” insieme all’autore, Andrea Bonomi (filosofo, già docente all’Università degli Studi di Milano e all’Università Vita e Salute – San Raffaele), intervistato da Michele Farina del Corriere della Sera.

10.00
Teatro Comunale
MANUELA DI CENTA
TUTTO INIZIA SEMPRE CON UN GRANDE SOGNO
INCONTRO CON LA CAMPIONESSA OLIMPICA

Storie e aneddoti, gioie e dolori, riflessioni e suggerimenti di una grande campionessa di sci di fondo ci raccontano la pratica sportiva come una sintesi straordinaria di cuore e intelletto, di organizzazione e creatività, di talento e programmazione. E ci invitano a riconoscerne pienamente il valore anche in termini di umanità.
L’incontro con Manuela Di Centa è riservato a 900 studenti delle scuole medie e superiori del vicentino.

In collaborazione con l’Ufficio Educazione Fisica dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto.

18.15
Palazzo Chiericati
BASTIAAN R. BLOEM
THE FUTURE OF CARE
VERSO LA MEDICINA PARTECIPATIVA

Compiuto il balzo dal Web 1.0 al Web 2.0, anche la salute è pronta per l’Health 2.0, una web community basata su un nuovo concetto di cura collaborativa e medicina partecipativa. In base a questo approccio i medici diventano coach dei pazienti e delle loro famiglie, coinvolti come membri attivi nel team multidisciplinare preposto alla cura di patologie complesse come l’Alzheimer, il Parkinson e, più in generale, le malattie neuro-degenerative.
In questo nuovo contesto sarà possibile scegliere a chi affidarsi, avere pieno accesso al proprio profilo clinico, comunicare facilmente con i professionisti della salute e altri pazienti via web, partecipare attivamente allo sviluppo delle linee-guida di trattamento, avere costante supporto nell’adozione di corretti stili di vita.
A raccontarci questa rivoluzione sulla base dell’esperienza applicativa olandese, sarà Bastiaan R. Bloem, MD, PhD, Professore di Neurologia al Radboud University Medical Center di Nijmegen.
Incontro in inglese, con traduzione in italiano.

20.45
Zambon Health & Quality Factory
GIANLUIGI RICUPERATI
100 MENTI CHE STANNO CAMBIANDO IL MONDO
NUOVI UMANISTI CROSSDISCIPLINARI

Se vogliamo provare a capire come sta cambiando il mondo non abbiamo altra scelta che guardare alle menti di coloro che gli stanno dando forma. Lo scrittore, saggista e direttore creativo di Domus Academy Gianluigi Ricuperati le ha raccolte nel volume “100 Global Minds”.
Insieme all’innovatore Cristiano Seganfreddo ci spiegherà perché i pensatori più brillanti e influenti del nostro tempo sono quelli capaci di trans-disciplinarità, ovvero di far incontrare discipline diverse e trarre da questi incontri una nuova visione della realtà.

18.15
Palazzo delle Opere Sociali
ANNA OLIVERIO FERRARIS
CAMBIAMENTO E RESILIENZA
SAPER AFFRONTARE DIFFICOLTÀ, OSTACOLI E MALATTIE

La resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva alle avversità, coltivando le risorse che si trovano dentro di noi.

Anna Oliverio Ferraris, psicologa dello sviluppo, docente all’Università La Sapienza di Roma, ci insegna a conoscere e coltivare la forza d’animo, ovvero quella volontà che ci permette di risollevarci e di reagire quando ci troviamo in una situazione di difficoltà.

20.45
Fondazione Zoé
ANTONIO VIRZÌ
NARRATIVA-MENTE
LA DIMENSIONE NARRATIVA NEL RAPPORTO MEDICO-PAZIENTE

Il racconto ha costituito per millenni la base di ogni intervento terapeutico. Le scoperte scientifiche degli ultimi due secoli e l’affermarsi della Medicina Basata sulle Evidenze (EBM) hanno spostato l’interesse sulla tecnologia, senza tuttavia ridurre la necessità per il paziente di sentirsi ascoltato. Antonio Virzì, presidente della Società Italiana di Medicina Narrativa e direttore della UOC di Psichiatria di Ragusa, ci spiega quanto sia importante recuperare la dimensione narrativa nel rapporto tra paziente e medico, attraverso lo sviluppo di nuove consapevolezze dell’uno e di nuove competenze dell’altro.

20.45
Fondazione Zoé
CRISTINA CENCI
MALATTIA E CURA NELL’ERA DIGITALE
VERSO UNA NUOVA ALLEANZA TERAPEUTICA

Grazie alla rivoluzione digitale la capacità di ascolto, di supporto nel quotidiano e di sostegno alle cure è enormemente cresciuta. Il digitale consente, di fatto, l’instaurazione di una nuova alleanza terapeutica in cui le parole di una persona con una malattia “contano” quanto quelle del suo medico. Ci racconta le molte implicazioni di questo cambiamento di approccio Cristina Cenci, antropologa, curatrice del blog Digital Health, Nova-Sole24Ore, fondatrice della start up DNM-Digital Narrative Medicine e del Center for Digital Health Humanities.

18.15
Palazzo delle Opere Sociali
ALESSANDRO PADOVANI
LONGEVITÀ E CERVELLO
ISTRUZIONI PER NON INVECCHIARE

Sono sempre di più le persone che possono vivere a lungo non soltanto in buona salute e ottima forma fisica, ma anche nella pienezza delle proprie capacità mentali.

Renata Perego, medico e divulgatore scientifico, dialoga con Alessandro Padovani, direttore della Scuola di specializzazione in Neurologia dell’Università di Brescia e direttore UO Neurologia 2 dell’AO Spedali Civici di Brescia, per aiutarci a scoprire come allenare la mente a essere agile, attiva e reattiva.

20.45
Fondazione Zoé
LETIZIA GABAGLIO
TECNOLOGIA PER LA MENTE
NUOVI STRUMENTI DI CURA

Tablet, smartphone e consolle sono validi strumenti di prevenzione del decadimento neurologico, di riabilitazione e addirittura di cura nel caso di alcune malattie neurodegenerative o di deficit dell’attenzione.

Letizia Gabaglio, giornalista scientifica, docente di “Comunicare le neuroscienze” al Master in Comunicazione Scientifica “Franco Prattico” della Sissa di Trieste e fondatrice del sito medicinadigitale.it, ci spiega perché la tecnologia è amica del cervello e come imparare a farne il giusto uso.

15.00
Cinema Odeon
LUISA MURARO
VINCE CHI PERDE
LE DONNE, MAESTRE DI CURA

Luisa Muraro, filosofa dell’Università di Verona, fondatrice della Libreria delle Donne, unanimemente riconosciuta come una delle voci più autorevoli della riflessione contemporanea sarà intervistata da Riccardo Fanciullacci (Università Ca’ Foscari) sul tema della relazione tra accudimento e femminilità.
L’incontro sarà preceduto dalla proiezione del film “Tra cinque minuti in scena”, primo lungometraggio di Laura Chiossone, giovane regista che parla con coraggio di vecchiaia, di malattia e di rimpianti.

La protagonista della pellicola è un’attrice di teatro nel pieno della maturità che si trova a doversi prendere cura dell’anziana madre: ogni mattina la lava, la veste, la accudisce con amore e anche con l’impazienza tipica di chi è vittima di una scelta forzata. Una tenera storia di dipendenza che mixando i linguaggi del documentario, del teatro e della fiction, dipinge con maestria e col sorriso il quadro di un passaggio generazionale tutto al femminile.
Il film è stato premiato come miglior opera indipendente al Premio FICE (Federazione Italiana Cinema d’Essai) 2013.

20.45
Teatro Comunale Città di Vicenza – Sala del Ridotto
LAMBERTO MAFFEI
ELOGIO DELLA LENTEZZA (lectio magistralis)
SOTTRARRE LA MENTE ALLA FRENESIA DEL NOSTRO TEMPO

Il nostro cervello è programmato per la velocità del nostro tempo? Come reagisce alle iper-sollecitazioni e alla frenesia visiva e cognitiva a cui è continuamente esposto? Ne trae vantaggio o frustrazione?
Ne parliamo con Lamberto Maffei, già Presidente dell’Accademia dei Lincei e direttore dell’Istituto di Neuroscienze del CNR e del Laboratorio di Neurobiologia della Normale di Pisa.
Tra le sue principali opere si segnalano “La libertà di essere diversi. Natura e cultura alla prova delle neuroscienze” e “Elogio della lentezza”, un saggio sorprendente e implacabile in cui ci invita a riappropriarci del pensiero lento e della riflessività e a rifarne la cifra distintiva della nostra civiltà.

15 e 17
Teatro Astra
LA PICCIONAIA / MATTEO BALBO
L’AMICO INVISIBILE
SPETTACOLO TEATRALE PER BAMBINI E FAMIGLIE

La nuova produzione, liberamente ispirata a “Le avventure di Jacques Papier – Storia vera di un amico immaginario” di Michelle Cuevas, racconta le avventure di un bambino che si sente invisibile, inascoltato e incompreso e che – a dire il vero – invisibile lo è sul serio finché non incontra… Il regista e attore Matteo Balbo – in scena insieme a Valentina Dal Mas – ci prende per mano e ci porta in viaggio nell’immaginario dell’infanzia alla ricerca di identità, incontri importanti e relazioni sorprendenti.
Dedicato ai bambini dai 5 ai 10 anni. Durata: 55 min. Prenotazione obbligatoria: 0444 323725 – info@teatroastra.it

18.15
Fondazione Zoé
LUIGI BARTOLOMEI, GIAMPIETRO NORDERA, MANUELA PILLERI
L’AMORE NELLA MALATTIA DI PARKINSON
UNO SGUARDO NELL’INTIMITÀ

La sessualità è un aspetto essenziale del benessere individuale e di coppia. Sebbene si tratti di un tema complesso che richiede cura, attenzione e sostegno da parte del personale medico, se ne parla molto poco in relazione alle persone affette dalla malattia di Parkinson.
Ne discutiamo con Luigi Bartolomei, Responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Neurofisiologia Medica e Chirurgica dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza; con Giampietro Nordera, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze della Casa di Cura Villa Margherita di Arcugnano; e con Manuela Pilleri, responsabile della Neurologia della Casa di Cura Villa Margherita di Arcugnano.