Fondazione Zoé

ANZOVINO, REMO – musicista e compositore

anzovino-137x140

Nato a Pordenone nel 1976, considerato da critica e pubblico uno dei più originali e innovativi compositori in circolazione, avvocato penalista, Remo Anzovino è uno dei massimi esponenti della musica strumentale italiana. Nella sua carriera quattro album registrati in studio e l’ultimo “Vivo”, un’antologia live che contiene, in versione completamente rivisitata e riarrangiata, 14 tra i migliori brani della carriera di Anzovino e due meravigliosi inediti: “Afrodite”, l’ammaliante piano solo che apre l’album e l’irresistibile marcetta “No smile (Buster Keaton)”, autentica dichiarazione d’amore di Anzovino per l’attore e regista statunitense. In occasione del Record Store Day è uscito anche in vinile, “Vivo” racconta il percorso artistico di questo musicista che sa unire la qualità alla capacità di arrivare a tutti con una melodia che entra dritta nel cuore e non ne esce più ed è arricchito dal DVD integrale dello straordinario “Concerto della Memoria” che Anzovino ha tenuto lo scorso 15 settembre sulla diga del Vajont, nella sua regione, in occasione del 50esimo anniversario della più grande tragedia evitabile della storia italiana. La sua composizione “9 ottobre 1963 (Suite for Vajont)” è stata riconosciuta dalla Fondazione Vajont (Comuni di Longarone, Erto e Casso, Castellavazzo e Vajont) come musica ufficiale del ricordo del Vajont ed è stata insignita in Campidoglio il 7 ottobre scorso, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il Premio Anima 2013 sezione musica “per il contributo significativo dato al senso dell’etica e della responsabilità nel nostro Paese”. Numerose sono le collaborazioni di grande trasversalità: da Franz Di Cioccio (PFM) e Simone Cristicchi a Gino Paoli; da Enzo Pietropaoli a Gabriele Mirabassi a Francesco Bearzatti; da Vincenzo Vasi a Dj Aladin, Dargen D’Amico e Roberto Dellera (Afterhours) all’opening track del disco tributo in italiano a Cesaria Evora. Per ulteriori curiosità: www.remoanzovino.it

 

ATZORI, SIMONA – ballerina, pittrice, scrittrice

atzori-137x140

“Le sue braccia sono rimaste in cielo e nessuno ha fatto tragedie”: così il giornalista e scrittore Candido Cannavò ha descritto Simona Atzori, pittrice, ballerina classica e scrittrice nata senza braccia. Simona ha cominciato a dipingere a 4 anni, da autodidatta. Nel 2001 si è laureata in “Visual Arts” presso la “Univesity of Western Ontario” in Canada. A ballare ha invece cominciato a 6 anni. É stata Ambasciatrice per la Danza nel Grande Giubileo del 2000, protagonista della cerimonia di apertura delle Paralimpiadi di Torino 2006 e nel 2012 ha aperto, danzando, la quarta serata del festival di Sanremo. Nel 2014 ha danzato per Papa Francesco in Sala Nervi. Nel 2010 ha fondato la SimonArte Dance company. Nel 2011 è uscito il suo primo libro “Cosa ti manca per essere felice?” edito da Mondadori, diventato Best Seller nel 2014. Nel 2014 è uscito il secondo: “Dopo di te”, sempre per i tipi di Mondadori. Simona conduce “Incontri Motivazionali” presso aziende, organizzazioni, scuole di ogni ordine e grado con l’obiettivo di aiutare le persone che incontra a migliorare l’atteggiamento verso loro stessi e verso la vita. Il 3 Dicembre 2012 Simona è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana dal Presidente Giorgio Napolitano.

 

AZZONI, GIAMPAOLO – professore

azzoni-ok-137x140

É un professore universitario e presidente dei Corsi di laurea in Comunicazione presso l’Università di Pavia. In particolare Azzoni è docente ordinario di Filosofia del diritto e docente di Bio-diritto presso la stessa Università, oltre ad essere anche membro del Comitato di bioetica della Fondazione IRCCS del Policlinico San Matteo di Pavia. Presta anche consulenza in qualità di esperto per la materia giuridica e direttore del “Centro di etica generale e applicata” presso l’Almo Collegio Borromeo di Pavia. Dal 2008 è membro del Comitato Scientifico della Fondazione Zoé.

 

BOERI, STEFANO – architetto e designer

stefano-boeri-137x140

Vive e lavora a Milano, dove è nato nel 1956. Il suo studio professionale ha progettato architetture in Italia, come il Bosco Verticale di Milano, vincitore del premio International Highrise Award 2014, in Europa, come la Villa Mediterranée di Marsiglia, e nel mondo, come il Centro Polivalente di Changchun in Cina. Insieme a Richard Burdett, Jacques Herzog e William MacDonough, Boeri ha fatto parte della Consulta Architettonica incaricata di sviluppare le linee guida per l’Expo 2015 a Milano. É professore ordinario di Progettazione Urbanistica presso il Politecnico di Milano e ha tenuto corsi come “guest professor” in varie università, tra le quali Harvard GSD, Strelka/Mosca, l’Ecole Politecnique de Losanne e il Berlage Institute. Dal 2004 al 2007 è stato direttore della rivista internazionale “Domus”, dal settembre 2007 all’aprile 2011 ha diretto la rivista internazionale “Abitare”. É stato direttore artistico del Festival Internazionale di Architettura FESTARCH, che si è tenuto a Cagliari (2007 e 2008) e a Perugia (2010 e 2011). É il fondatore dell’agenzia di ricerca “multiplicity”, che si è dedicata allo studio delle trasformazioni delle città osservate da angolature disciplinari diverse. Multiplicity è stata invitata a presentare le sue ricerche in numerose esposizioni internazionali come la XI Documenta/Kassel, il Musée d’Art Modern di Parigi e la Biennale di Venezia e ha promosso e ha partecipato a volumi collettivi come Mutations (Actar, 2000), USE (Skirà, 2002) e Cronache dell’Abitare (Mondadori, 2007). Boeri ha pubblicato i suoi studi e progetti su Milano in Il Territorio che cambia (con A.Lanzani e E.Marini, Segesta 1993) e Biomilano (a cura di M.Brunello, Corraini, 2011), e ha recentemente pubblicato come autore due libri: Anticittà (Laterza, 2011) e di Fare di più con meno (Laterza 2012). Dal Giugno 2011 al Marzo 2013 è stato Assessore alla Cultura, Design e Moda del Comune di Milano; dal Giugno del 2014 è Direttore Artistico dell’Estate Fiorentina e consulente per la Cultura e i grandi eventi per il Sindaco di Firenze.

 

CERVELLINI, MARCO VALERIO – sostituto Commissario della Polizia di Stato, in servizio presso il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni del Dipartimento della Pubblica Sicurezza

cervellini-137x140

Dopo la laurea in Scienze dell’Investigazione, un Master in criminologia, uno in comunicazione efficace ed uno in alta investigazione informatica e la docenza al master di criminologia all’Università la Sapienza di Roma, dal 1991 al 1994 è stato responsabile del settore investigativo della Squadra Mobile della Questura di L’Aquila, mentre dal 1995 al 1997 è stato responsabile del settore intelligence della Squadra Mobile della Questura di L’Aquila ed è stato nominato Pubblico Ministero di udienza presso la Procura della Repubblica della Pretura Circondariale di L’Aquila. Trasferito a Roma, nel 1998 è stato coordinatore del gruppo di lavoro sulla riorganizzazione della sezione operativa della Divisione Polizia Postale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno. Cervellini ha ricevuto diversi prestigiosi riconoscimenti dal Presidente della Repubblica, tra cui la nomina nel 2001 a Cavaliere dell’Ordine Al “Merito della Repubblica Italiana”, nel 2005 a Ufficiale dell’Ordine Al “Merito della Repubblica Italiana” e la Medaglia d’Argento al Valor Civile. Marco Valerio Cervellini assolve il compito istituzionale di Responsabile relazione esterne ed è il promotore di tutte le campagne di sensibilizzazione sulla navigazione sicura dei minori e degli adulti sulla rete internet della Polizia postale e delle comunicazioni. E’ inoltre relatore in numerosi consessi sulla sicurezza informatica. In ambito internazionale, dopo l’11 settembre, ha curato l’organizzazione di tutte le iniziative congiunte con gli Organismi investigativi delle forze di polizia di tutto il mondo.

 

GARZOTTO, LORENA – psicologa, pedagogista, danzamovimento terapeuta, Art Psychotherapist, consigliera dell’Associazione Kairosdonna

garzotto-137x140

Ha lunga esperienza in età evolutiva e lavora come psicologa in pratica privata e con le Terapie Espressive in ambito riabilitativo psichiatrico. Si occupo di relazione mente-corpo e del processo esperienziale creativo-terapeutico attraverso una pluralità di strumenti (scrittura, arte, danza-movimento). Collabora con Ulss, Cooperative, Associazioni, Scuole, a progetti formativi e di aggiornamento. Ha presentato relazioni e condotto seminari esperienziali sul tema dell’interconnessione mente-corpo, del dolore psichico, delle relazioni primarie, all’interno di numerosi eventi e convegni di studio. Conduce gruppi di Danzamovimento Terapia con adulti e con adolescenti sulla consapevolezza e l’immagine corporea, sulla creatività, la competenza emotiva e relazionale, la comunicazione non verbale. Si occupa infine anche di prevenzione nel campo della perinatalità e genitorialità.

 

GOTTARDI, GIO BATTA – medico di famiglia

Laureato in Medicina e Chirurgia Università di Padova, con Specialità in Igiene e Medicina Preventiva, dal 1980 svolge l’attività di medico di famiglia. É coordinatore delle attività didattiche del Polo Formativo di Vicenza della Scuola di Formazione Specifica in Medicina Generale del Veneto e Coordinatore Aziendale ULSS 3 del Veneto Formazione Obbligatoria in Medicina Generale, animatore della Formazione in Medicina Generale dell’Albo della Regione del Veneto dal 1987, tutore della Formazione Specifica in Medicina Generale della Regione del Veneto dal 1994; tutore della formazione preabilitazione Università di Padova. É stato anche consulente della metodologia della formazione obbligatoria dei Medici Specialisti Ambulatoriali Interni della Regione del Veneto; membro delegato per l’Italia in seno al EQUIP (European Working Party on Quality in Family Practice) dal 1994 al 1998; Presidente del Consiglio della Scuola di Formazione Specifica in Medicina Generale della Regione del Veneto dal 1996 al 1999; Rappresentante per l’Italia in seno ad EURACT (European Academy of Teachers in General Practice di WONCA) e Professore a Contratto di Medicina Ambulatoriale di Famiglia dell’Università di Padova Scuola di Specializzazione in Medicina di Comunità. Dal 2011 è anche Presidente del Comitato di Etica per la Pratica Clinica dell’Azienda ULSS 3 del Veneto.

 

GRUPPO PLEIADI

pleiadi-e1411581424114-137x140

Il Gruppo Pleiadi è una cooperativa sociale fondata nel 2009 il cui fine è la realizzazione di progetti socio-educativi orientati alla divulgazione scientifica. Al fine di creare interesse negli studenti e nel pubblico in generale, la cooperativa ha sviluppato svariati progetti educativi nel territorio della regione Veneto, tutti basati sulle potenzialità della scienza di riuscire a coinvolgere ed entusiasmare gli studenti. Le attività socio-educative di stampo scientifico proposte, mirano alla socializzazione e hanno lo scopo di creare uno spirito di collaborazione e di partecipazione tra il pubblico attraverso lo svolgimento di esperimenti semplici e divertenti per lo più condotti da loro stessi o addirittura da loro costruiti.

 

MURARO, LUISA – filosofa e scrittrice

muraro-137x140

Nata nel 1940 a Montecchio Maggiore (Vicenza), è una della più importanti filosofe italiane. Si è laureata all’Università Cattolica di Milano e lì, su invito di Gustavo Bontadini, ha iniziato una carriera accademica presto interrotta dal Sessantotto. Passata ad insegnare nella scuola dell’obbligo, dal 1976 lavora nel dipartimento di filosofia dell’Università di Verona. Ha partecipato al progetto conosciuto come Erba Voglio, di Elvio Fachinelli. Poco dopo coinvolta nel movimento femminista dal gruppo “Demau” di Lia Cigarini e Daniela Pellegrini è rimasta fedele al femminismo delle origini, che poi sarà chiamato femminismo della differenza, al quale si ispira buona parte della sua produzione successiva. A lei si deve l’introduzione e la traduzione in Italia dell’opera e del pensiero di Luce Irigaray. Con altre, ha dato vita alla Libreria delle Donne di Milano (1975), che pubblica la rivista trimestrale “Via Dogana” e il foglio “Sottosopra”, ed alla comunità filosofica Diotima (1984), i cui lavori sono raccolti per il momento in sei volumi collettanei.

 

NARDACCHIONE, LUIGI

nardacchione-137x140

Laureato in Scienze Biologiche presso l’Alma Mater Studiorum, Luigi Nardacchione è stato Direttore di Ricerca Clinica a livello internazionale (Italia, Grecia, Israele, USA) per una multinazionale farmaceutica. Rientrato nel 2013 a Bologna, ha aderito sin dalla nascita al gruppo FB creato da Federico Bastiani “Residenti in via Fondazza – Bologna” coordinandone sin dall’inizio le attività. Nel Novembre successivo, sempre con Federico, ha co-fondato SocialStreet – www.socialstreet.it

 

NESI, EDOARDO – scrittore e politico

nesi-137x140

Edoardo Nesi nasce a Prato nel 1964. Scrittore e imprenditore tessile, esordisce nella narrativa nel 1995 con il romanzo Fughe da fermo, che diventa film con la sua regia nel 2001. Nel 1996 pubblica Ride con gli angeli e nel 1999 Rebecca. Seguono Figli delle stelle (2001), L’età dell’oro (2004) e Per sempre (2007). Nel 2000 pubblica la traduzione di Infinite jest di David Foster Wallace. Con Storia della mia gente del 2010 vince il Premio Strega (2011). Nel 2012 pubblica Le nostre vite senza ieri e nel 2015 L’estate infinita.

 

[PARVIERO, FRANCESCA – digital HR strategist

parviero-137x140

Francesca Parviero è una Digital HR Strategist e si occupa di definire strategie digitali che coinvolgano le persone. Affianca le aziende e le organizzazioni nella definizione delle migliori strategie digitali per l’innovazione dei processi di Risorse Umane (Social Media HR), tenendo al centro il valore delle persone e delle relazioni. Nel 2012 è diventata la prima LinkedIn EMEA Talent Solutions Partner italiana. Francesca ha lavorato nella funzione HR in ambienti multinazionali complessi e startup. Ha curato per EGEA la traduzione italiana de “L’alleanza. Gestire il talento nell’era del networking”, il secondo libro di Reid Hoffman (cofondatore di LinkedIn). Ha ideato il progetto “She Factor” che ha coinvolto 1.300 donne in un percorso sul Personal Branding e networking online. È stata speaker al primo TEDxWomen italiano tenutosi in Bocconi nel 2012. Crede nell’importanza della Personal Social Responsibility. Ha un suo blog su LinkedIn e tutto ciò che si dice di lei lo sa anche Google. Questi i suoi contatti social: LinkedIn, Twitter e Web (www.linkbeat.it o www.francescaparviero.com).

 

PEZZOLI, GIANNI – neurologo

schermata-2015-10-09-alle-16-00-06-137x140

Il Professor Pezzoli è direttore di Struttura Complessa di Neurologia del Centro Parkinson e disturbi del Movimento degli Istituti Clinici di Perfezionamento, il principale centro europeo per la diagnosi e la cura della malattia. É anche Presidente della Fondazione Grigioni che si adopera per la raccolta di fondi da destinare alla ricerca scientifica per la patologia parkinsoniana e fondatore dell’AIP (Associazione Nazionale dei Pazienti Parkinsoniani) che raccoglie annualmente circa 25.000 famiglie.

 

PIETRABISSA, ANDREA – medico chirurgo

pietrabissa-137x140

Specializzato con lode in Chirurgia Generale all’Università di Pisa nel 1989. Research Fellow in trapianti di fegato all’University of Chicago dal 1986 al 1988. Abilitato alla professione nel Regno Unito nel 1992 e Senior Registrar e Lecturer in Surgery all’Univeristà di Dundee in Scozia dal 1992 al 1993. Professore Associato di Chirurgia Generale all’Università di Pisa dal 2000. All’interno della Divisione di Chirurgia Generale e Trapianti dell’Università di Pisa, diretta dal Prof. Franco Mosca, ha coordinato la sezione di Chirurgia Mininvasiva e Tecniche endoscopiche, introducendo e sviluppando tecniche chirurgia laparoscopica colo-rettale, biliare, splenica, pancreatica, vascolare ed urologica. Ha una casistica personale di oltre 2000 interventi di laparoscopia avanzata su circa 4000 interventi eseguiti come primo operatore. Ha costantemente svolto attività di formazione e tutoraggio chirurgico in tecniche mininvasive ed ha contribuito alla realizzazione del centro Regionale di formazione presso l’Ospedale Cisanello di Pisa, ENDOCAS education. Ha introdotto per primo in Italia nel 2000 la tecnica laparoscopica di donazione renale da vivente per trapianto. Ha eseguito per primo in Italia nel 2010 la prima donazione di rene per trapianto con estrazione transvaginale dell’organo. Membro dell’EAES, della SAGES, della SIC (Società Italiana di Chirurgia) e Fellow dell’ACS (American College of Surgeons). Il suo interesse di ricerca si è diretto nell’ambito delle applicazioni chirurgiche delle nuove tecnologie. In questo campo ha ricevuto numerosi finanziamenti per la ricerca sia da istituzioni Italiane che Comunitarie: MOSAIC – HS (1997 progetto europeo), MUSYC (1998 progetto europeo), ALTIUS (1998 progetto europeo), MICROTRANS (2000 progetto europeo), NETMED (2001 progetto europeo), FIRB (progetto MIUR), ENDOCAS research (2001 – Centro di Eccellenza MIUR per la Computer Assisted Surgery) – ARAKNES (2008 progetto europeo

 

PRESOTTO, CARLO – attore e regista

ritratto-2-carlo-presotto-137x140

Direttore artistico de La Piccionaia, dopo la formazione alla scuola della Commedia dell’Arte, sviluppa dalla fine degli anni ’90 una ricerca originale nell’interazione tra le tecnologie della comunicazione ed il lavoro d’attore. Negli ultimi anni, a fianco di una intesa attività di autore ed attore, dirige progetti di teatro di prosa (“La Cioccolata Magica” al Goldoni di Venezia nel 2006, “Ferdinando Principe di Napoli” al NTFI del 2008, “Sogno di una notte di mezz’estate” per la Piccionaia nel 2009) e di teatro musicale (“L’orco” con A. Ruggiero e G. Di Tonno nel 2007, l’opera “Pinocchio” di Valtinoni e Madron nel 2001, 2008 e 2010).

 

REBAUDENGO, PIERO – pallavolista, allenatore, manager e docente

rebaudengo-137x140

Attualmente amministratore Delegato BluVolley Verona, Piero Rebaudengo è stato giocatore di pallavolo in Serie A dove ha esordito nel Cus Torino all’età di 18 anni. Dodici i campionati nella massima serie disputati di cui dieci con la maglia di Torino e due con quella di Parma, targata Santal. Ha conquistato quattro Scudetti, due Coppe dei Campioni, una Coppa delle Coppe con i rispettivi club. Con la Nazionale italiana ha collezionato 186 presenze, vincendo quattro medaglie; la più prestigiosa, di bronzo, alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984. In seguito ha maturato importanti esperienze professionali a livello nazionale ed internazionale; grazie alla laurea in farmacia, conseguita all’Università di Parma, ha iniziato la carriera lavorativa in aziende del comparto farmaceutico a Milano, Torino e Verona, ricoprendo incarichi di responsabilità nell’ambito marketing, commerciale e vendite. Dal 2002 al 2006 ha vissuto un’esperienza di primo livello nell’organizzazione di grandi eventi sportivi: è stato infatti il direttore delle Paralimpiadi di Torino 2006. Dal 2007 a fine 2012 è stato Direttore Sport in FIVB, la Federazione Internazionale di pallavolo con sede a Losanna, con la responsabilità dell’organizzazione e gestione dei grandi eventi (come Olimpiadi, Campionati del Mondo, World League e World Cup), delle regole di gioco, dei regolamenti sportivi, arbitri e normative dei trasferimenti degli atleti. Lasciata la FIVB, ha lavorato come consulente di alcune aziende, federazioni sportive nazionali e di enti internazionali nell’ambito della sponsorizzazione, preparazione, organizzazione e gestione di grandi eventi. Parla quattro lingue ed è docente al Master di organizzazione di Eventi all’Istituto Europeo di Design. Dal 23 aprile 2014 ricopre il ruolo di Amministratore Delegato di BluVolley Verona.

 

RIOLO, ROSSANA – medico chirurgo, psichiatra e psicoterapeuta

riolo-137x140

Responsabile del Centro di Salute Mentale della Unità di Psichiatria di Camposampiero (Ulss 15). Da anni si occupa delle patologie psichiatriche gravi, in particolare degli esordi psicotici. É referente di un Ambulatorio dedicato alle problematiche dei disagi e disturbi emotivi-affettivi in gravidanza e nel post parto del Dipartimento di Salute Mentale della Ulss15. Ha partecipato a numerosi convegni in qualità di relatore e organizzatore. Svolge attività di insegnamento e formazione nell’ambito del Dipartimento e in altri Servizi psichiatrici del Veneto. Ha pubblicato diversi articoli su riviste indicizzate ed infine è presidente della Associazione Kairos Donna.

 

RIONDINO, DAVID – attore, musicista e poeta

riondino-137x140

Nato in Toscana nel 1953, conosciuto soprattutto come attore, David Riondino ha iniziato la sua carriera artistica nel campo musicale. Iniziò poco più che ventenne con una bizzarra cooperativa di teatro-musica-animazione, denominata Collettivo Victor Jara, di cui fu uno dei fondatori insieme alla sorella Chiara. Oltre a varie esibizioni dal vivo con loro ha all’attivo due lp. Nel 1978 esordì poi come cantautore vero e proprio, dotato di una vivacità e un’inventiva non comuni, con l’album David Riondino, pubblicato dall’etichetta indipendente Ultima spiaggia, a cui fece seguito un’esperienza unica, come apripista della tournèe del 1978 di Fabrizio De Andrè con la PFM (Patrick Djavas e Franz Di Cioccio membri del gruppo avevano suonato nel disco di Riondino). Forse il clima dei palazzetti dello sport non era il più adatto alle sue surreali canzoni e alle sue gag però per Riondino questa fu un’esperienza importante. L’anno successivo Riondino pubblicò il suo secondo album, “Boulevard”, prodotto da Shel Shapiro, che conteneva fra le altre “Ci ho un rapporto”, già comparsa nel disco precedente, brano che Riondino cantò poi in una piccola apparizione nel film “Maledetti vi amerò”, esordio di Marco Tullio Giordana, dopodichè si dedicò all’attività di attore. Solo dopo 6 anni Riondino incise un nuovo album, “Tango dei miracoli”, uscito con illustrazioni di Milo Manara. Seguirono poi tre album pubblicati dalla CGD: Racconti picareschi del 1989, Non svegliate l’amore del 1991 e Temporale del 1994 in cui Riondino ha la possibilità di far sfoggio delle sue abilità canore e recitative. Da alcuni anni, si occupa del recupero della tradizione orale e in Toscana ha costituito la Fondazione Accademia dell’Ottava. Collabora attivamente con Stefano Bollani, Milo Manara e Dario Vergassola.

 

RUBERTO, MARIA GIOVANNA – bioeticista

ruberto-137x140

Laureata con Lode presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Pavia nel 1975, specializzata in Medicina Interna nel 1980. Ha svolto attività prevalentemente clinica negli anni successivi al conseguimento della laurea. A partire dal giugno 1980, trascorre un anno in qualità di Visiting Professor presso il Department of Molecular Immunology – Scripps Clinic and Foundation Research, La Jolla, CA, USA, dedicandosi in particolare al sequenziamento dei recettori del melanoma e della fibronectina. Nel 1988 diventa professore associato di Immunologia presso l’Università di Pavia. Nel 1987 viene indicata quale rappresentante del Ministero del Lavoro nel Consiglio di Amministrazione dell’IRCCS “Istituto nazionale per la Ricerca sul cancro” di Genova. Nel 1992 durante un soggiorno di lavoro di alcuni mesi presso l’Università di Charleston (SC) inizia a seguire l’attività del locale Center for Clinical Ethics. Nel 1993 diventa Presidente dell’ESAE, carica che ricopre fino al 1998. Nel 1994 entra a far parte della Commissione Oncologica nazionale. Nel 2003 chiede ed ottiene un trasferimento di raggruppamento disciplinare dall’Immunologia alla Bioetica, dedicandosi interamente a questa materia. Ha partecipato alla valutazione dei progetti europei nell’ambito del VI Programma Quadro ed ora del VII Programma Quadro, occupandosi prevalentemente degli aspetti etici legati all’applicazione delle biotecnologie e delle nanotecnologie. Opera inoltre come Ethical External Advisor in 5 progetti già finanziati. Rappresenta l’Italia in un International Bioethics Consortium che comprende esponenti di 40 Università. Fa parte delle più importanti società scientifiche correlate alla materia e svolge attività come referee per due riviste internazionali indicizzate (American Journal of Bioethics e Journal of Feminist Approach to Bioetichs). Dal 2003 dirige il Centro di Bioetica dell’Università di Pavia ed è responsabile per l’Italia del Fab (Feminist Approach to Bioethics), gruppo di lavoro della International Society of Bioethics. Ha partecipato nel 2007 alla costituzione della Fondazione Zoé per la Comunicazione della Salute e fa parte del correlato Comitato Scientifico.

 

SALA, ALESSANDRA – medico chirurgo, psichiatria, psicoterapeuta

sala-137x140

É responsabile del 2° Centro di Salute Mentale dell’Ulss 6 di Vicenza. Ha partecipato in qualità di formatore a incontri e convegni sui temi della prevenzione della salute mentale, della salute della donna, della violenza di genere e a incontri per insegnanti e operatori socio sanitari. Partecipa a progetti di cooperazione internazionale nel campo della salute mentale. Socio fondatore e vice-presidente dell’associazione Kairos Donna.

 

SALIZZONI, GIACOMO – architetto e community maker

salizzoni-137x140

40 anni, bolognese ormai naturalizzato fiorentino, Giacomo è un architetto che dopo aver lavorato come fotografo, designer, artista, autore di video-animazioni, consulente nella progettazione del verde, ha scelto di mettere insieme tutte le sue competenze e la sua straordinaria creatività in un progetto solo: la creazione del primo Community Garden italiano, l’unico esistente al mondo all’interno di un’area Unesco. Recuperando un’area abbandonata nel pieno centro di Firenze, l’ha trasformata in un orto comune in cui le persone si incontrano per coltivare frutti e ortaggi, imparare nuove tecniche di irrigazione e concimazione all’insegna della sostenibilità e del bio, scambiarsi idee ed esperienze, cenare in compagnia, educare i propri figli a un rapporto diretto con la natura e a osservare i tempi lenti e meravigliosi della crescita. Per saperne di più: www.ortidipinti.it

 

SARTORI, FRANCESCO – medico

sartori-ok-137x140

Alla fine di settembre 2011 ha concluso la sua carriera come Professore Ordinario di Chirurgia Toracica e Direttore del Dipartimento di Scienze Cardiologiche Toraciche e Vascolari di Università di Padova. Ha diretto l’attività di trapianto di polmone e la sua esperienza chirurgica annovera oltre diecimila interventi di Chirurgia Toracica maggiore. È autore di più di 300 pubblicazioni e co-autore del libro “Dall’altra parte” dove tre medici raccontano la malattia visto con gli occhi del malato (Milano 2006). È presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Zoé.

 

SERRA, FABRIZIO – educatore

serra-137x140

Nato a Barge (CN) nel 1971, dal 1998 è segretario generale della Fondazione Paideia, di cui coordina e gestisce le attività. La Fondazione Paideia opera da oltre vent’anni per offrire sostegno a famiglie e bambini in difficoltà. Nata nel 1993 per volontà delle famiglie torinesi Giubergia e Argentero, nel 1998 la Fondazione è stata riconosciuta tra le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale (ONLUS). L’attività si divide principalmente in due ambiti: con i progetti dell’area disabilità, Paideia offre un sostegno diretto a famiglie con bambini con disabilità o malattia, propone attività di socializzazione, si impegna per promuovere una cultura più inclusiva e sensibile ai bisogni di tutti; l’altro ambito di attività si inquadra nell’area prevenzione e tutela, che Paideia declina con la promozione e lo sviluppo di progetti particolarmente innovativi ed efficaci, legati all’affido familiare, al benessere dei bambini e, più in generale, al miglioramento delle condizioni di vita di nuclei familiari che si trovano a vivere situazioni di difficoltà. Serra si è laureato in chimica presso la facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università di Torino e ha conseguito un master in management delle organizzazioni no profit presso la SAA-Università di Torino. Dopo alcune esperienze di insegnamento di Matematica e Merceologia (1994-1995), dal 1995 al 1998 si è occupato di amministrare la Skydesign srl, società di progettazione e digitalizzazione cartografica e di immagini, di cui è stato uno dei soci fondatori. Ha avuto esperienze nel campo no profit collaborando a vario titolo con diverse realtà del terzo settore.

 

SIRI, GIOVANNI – psicologo

siri-ok-137x140

Attualmente in pensione dall’insegnamento di Psicologia e già professore di Psicologia della Comunicazione e di Psicologia dei Consumi all’Università Cattolica, di Genova, IULM e S. Raffaele, Siri svolge attività di consulenza scientifica e strategica presso Aziende e Istituzioni su scenari e trend socioculturali e sulla dinamica dei consumi. Fa parte del Comitato Scientifico della Fondazione Zoé.

 

STAINO, SERGIO – disegnatore e vignettista

staino-137x140

Sergio Staino nasce a Piancastagnaio, in provincia di Siena, nel 1940. Laureato in Architettura, si avvicina timidamente al mondo del fumetto. Le prime tavole da lui scritte e disegnate appaiono su Linus, nel 1979. Si tratta di “Bobo” che, da quel momento in poi sarà il suo personaggio più famoso. Tra il 1980 e il 1981, Staino collabora alla pagina culturale del quotidiano romano Il Messaggero e, nel 1982, imposta il suo proficuo rapporto con L’Unità. Nel 1986 fonda e dirige il settimanale satirico Tango. Il suo debutto in tv è con Drive In ma nel 1993 firma il “varietà” Cielito lindo. Nell’inverno 1995-96, Staino collabora al TG3 con una vignetta satirica quotidiana. Per il grande schermo, nel 1988 sceneggia e dirige il film “Cavalli si nasce” mentre del 1992 è “Non chiamarmi Omar”, tratto da un racconto di Altan. Numerosi i suoi impegni teatrali, da direttore artistico del Teatro Puccini di Firenze alla presidenza dell’Istituzione Servizi Culturali di Scandicci, fino alla direzione artistica dell’Estate Fiorentina. Tra i riconoscimenti ottenuti, si ricordano almeno, nel 1984, il Premio Satira Politica Forte dei Marmi e lo Yellow Kid come “miglior autore” al Salone Internazionale dei Comics, il Premio Tenco/Canzone e fumetto nel 1986 e il Premio Persea 2002, consegnatogli a Firenze nella convention Comicstrip. Autore del romanzo satirico “Il mistero Bon Bon” (Feltrinelli, 2006). “Stainoterapia dell’amore” è il titolo dell’ultima sua raccolta di vignette pubblicata da Salani nel 2011. Nel 2014 Siena gli ha dedicato una grande mostra antologica a Santa Maria della Scala, ripetuta poi al Macro 2 di Roma nel 2015.

 

TESTA, ANNAMARIA – creativa e pubblicitaria

testa-137x140

Annamaria Testa si occupa di comunicazione e di creatività. È titolare della società Progetti Nuovi. È docente universitaria. Ha pubblicato saggi e racconti. Inizia a lavorare nel 1974 come copywriter mentre ancora frequenta l’Università Statale. Fonda una propria agenzia di pubblicità nel 1983. È direttore creativo e presidente della sede italiana del gruppo internazionale Bozell tra il 1990 e il 1996 e consulente tra il 1997 e il 2004. Nel 2005 fonda Progetti Nuovi. È giornalista pubblicista dal 1988. Collabora con diverse testate e con Rai e si occupa di comunicazione politica. Insegna presso l’Università La Sapienza di Roma (1994-95), l’Università degli Studi di Torino e l’Università degli Studi di Milano (2001-02), l’Università IULM (1998-2006). Dal 2007 insegna all’Università Bocconi di Milano. Nel 2003 concepisce, produce e lancia il progetto non profit di pronto soccorso pediatrico I nostri bambini. Come proteggerli, come soccorrerli, riproposto nel 2014. Tra il 2004 e il 2005 è coordinatrice e direttrice scientifica del sistema di iniziative sulla creatività organizzato da Regione Toscana. Tra il 2007 e il 2011 è membro del CdA di Illy spa. Tra il 2010 e il 2011 fa parte della Giuria dei letterati del Premio Campiello. Nel 2012 entra nella Hall of Fame dell’Art Directors Club Italiano, prima donna pubblicitaria negli oltre venticinque anni di vita del Club. Nel 2013 Rai Storia le dedica una puntata insieme ad Emanuele Pirella. Nel 2015 progetta e lancia l’iniziativa non profit #dilloinitaliano, contro la diffusione dell’itanglese. Nel 2015 l’Università di Modena e Reggio le assegna il Premio Pirella “Comunicatore dell’anno” e Womentech le conferisce il Premio Tecnovisionarie per la cultura. Dal 2008 cura il sito non profit Nuovo e utile, dedicato a teorie e pratiche della creatività. Dal 2012 scrive ogni settimana per internazionale.it. È autrice di un libro di racconti, “Leggere e amare” (Feltrinelli, 1993), e di diversi saggi su creatività e comunicazione: “La parola immaginata” (Pratiche, 1988, edizione aggiornata nel 2000), “Farsi capire” (Rizzoli, 2000, edizione aggiornata nel 2009), “La pubblicità” (Il Mulino, 2003, edizione aggiornata nel 2007), “Le vie del senso” (Carocci, 2004), “La creatività a più voci” (Laterza, 2005), “La trama lucente” (Rizzoli, 2010) e “Minuti scritti” (Rizzoli, 2013).

 

VELTRONI, WALTER – politico, scrittore e regista

veltroni-137x140

É nato nel 1955 a Roma e qui risiede da sempre. É sposato con Flavia e ha due figlie, Martina e Vittoria. Nel 1987 viene eletto deputato e per i 20 anni a venire diventerà tra i protagonisti della vita politica italiana fino a ricoprire la carica di Vice Presidente del Consiglio e Ministro dei Beni Culturali nel governo Prodi mentre nel maggio 2001 diventa Sindaco di Roma (in seguito rieletto). L’interesse per la comunicazione e l’informazione, ereditato da suo padre Vittorio, tra i primi direttori dei tele e radiogiornali RAI, lo porta nel 1992, giornalista professionista, alla direzione del quotidiano “l’Unità”. Negli anni ha pubblicato diversi libri, soprattutto saggistica dedicata all’analisi politica, alla Storia del ‘900 (“Il Sogno spezzato”), alla cultura italiana e alla televisione. Nel 1994 la sua attenzione torna al cinema, raccogliendo le recensioni scritte per Il Venerdì di Repubblica, in “Certi piccoli amori” della Sperling e Kupfer a cui segue, nel 1997, “Certi Piccoli amori 2”. Nel settembre 2004 il suo esordio nella narrativa che porterà alla pubblicazione di 8 diversi romanzi. Lasciati gli incarichi politici e parlamentari prima del voto del 2013, ha realizzato un documentario “Quando c’era Berlinguer” che ricostruisce la figura del leader del Pci, che è uscito nelle sale cinematografiche con successo ed è stato trasmesso da Sky cinema a giugno del 2014. Il film ha vinto il Nastro d’Argento ed è arrivato secondo al David di Donatello per il documentario. Con lo stesso titolo pubblica un libro per Rizzoli che documenta le interviste raccolte per il film. Sempre nel 2014 esce per Rizzoli “La quarta buona ragione per vivere: 101 film che fanno bene all’anima”. Ad aprile del 2015 esce nelle sale, destinato poi alla programmazione televisiva su Sky, il documentario “I bambini sanno”.

 

VIGNA, CARMELO – filosofo

vigna-ok-137x140

É un filosofo e professore universitario emerito. Già titolare della Cattedra di Filosofia morale nella Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. È Presidente della Società Italiana di Filosofia morale (SIFM) e del Centro di etica generale e applicata (CEGA) dell’Almo Collegio Borromeo di Pavia. Dirige la collana di ETHICA presso le Edizioni Orthotes (Napoli). È autore di numerose pubblicazioni e dal 2008 è membro del Comitato Scientifico di Fondazione Zoé.

 

VILLA, GIOVANNI CARLO FEDERICO – storico dell’arte e docente

villa-137x140

É professore aggregato di Storia dell’Arte Moderna e di Museologia e Critica d’Arte all’Università di Bergamo. Studioso di pittura veneta del Rinascimento e museologo, si occupa di tecnologie non invasive applicate ai Beni Culturali e dal 1998 sta realizzando un archivio pubblico di indagini riflettografiche orientato principalmente alla pittura italiana del Quattrocento e Cinquecento, ricco al momento di oltre 4.500 dipinti. Dall’a.a. 2004/2005 è docente di Tecniche diagnostiche per i beni culturali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore Milano. Coordinatore scientifico della mostra “Antonello da Messina” alle Scuderie del Quirinale (marzo-giugno 2006), ha curato tra le altre mostre “Giovanni Bellini”, sempre alle Scuderie del Quirinale di Roma, e “Cima da Conegliano” a Conegliano. Tra le pubblicazioni recenti: Dalla conservazione alla storia dell’arte. Riflettografia e analisi non invasive per lo studio dei dipinti, Pisa 2006 e Giovanni Bellini, Cinisello Balsamo 2009, oltre al coordinamento e curatela dei tre volumi di catalogo scientifico e delle due guide della Pinacoteca Civica di Palazzo Chiericati di Vicenza (2001-2005).

 

ZORZI, ANDREA – pallavolista

zorzi-137x140

Pallavolista, 2 volte campione del mondo (1990, 1994) e 3 volte campione europeo (1989, 1993, 1995) ha partecipato a 3 Olimpiadi (Seoul 1988, Barcellona 1992 ed Atlanta 1996) conquistando la medaglia d’argento ad Atlanta. Con i club ha vinto: 2 scudetti (1990 – 1994), 2 Coppe Italia, 4 Coppe delle Coppe, 3 Supercoppe Europee, 3 Campionati Mondiali, 1 Coppa Campioni. Dopo il ritiro nel 1998 ha seguito il progetto Kataklò, la compagnia di physical theatre che si esibisce nei teatri di tutto il mondo. Dopo le esperienze maturate con RAISPORT, TMC, TELE+, collabora con SKY SPORT seguendo gli sport olimpici e il calcio. Collabora con la FIVB (Fédération Internationale de Volleyball), il sito web del Sole24ore, Radio 24, La Gazzetta dello Sport, Gazzetta.it, Al Jazeera Sport. In collaborazione con RAINEWS e Gazzetta.it ha realizzato Tracce di sport: un viaggio per lʼItalia per fotografare lo stato di salute dello sport italiano attraverso le interviste ai grandi campioni, ai rappresentanti delle istituzioni e dellʼassociazionismo. La seconda edizione di Tracce di sport, realizzata, si è focalizzata sui “Luoghi dello sport che hanno fatto lʼItalia”. Collabora con la SDA Bocconi, con il MIP del Politecnico di Milano in qualità di formatore, utilizzando la sua esperienza di atleta nei corsi di formazione per manager dʼazienda. Nel Dicembre 2012 ha debuttato come attore nello spettacolo di narrazione teatrale “La leggenda del pallavolista volante“ con Beatrice Visibelli e con la regia di Nicola Zavagli.