Fondazione Zoé
Lo scorso 11 ottobre la Commissione Europea (CE) ha deciso per regole più chiare circa le informazioni che le industrie farmaceutiche possono fornire al pubblico per i farmaci che hanno bisogno di ricetta medica per essere acquistati. La CE ha preso atto di una realtà che sta progressivamente evolvendo: da una parte i pazienti sempre più interessati a conoscere meglio le medicine che assumono e come vengono curati, dall’altra parte un crescente volume di informazioni on-line sui farmaci provenienti da varie fonti per cui risulta difficile comprendere quali informazioni siano attendibili.
 
Revisionando le precedenti indicazioni del 2008, la  CE ha disposto che solo certe informazioni sono permesse, quali quelle riportate sull’etichetta e sul foglietto illustrativo, quelle relative ai prezzi, alle istruzioni per l’uso ed agli studi clinici. La diffusione di tali informazioni è limitata a determinati canali di comunicazione, per esempio i siti internet ufficialmente riconosciuti. Devono, inoltre, soddisfare certi criteri di qualità: devono basarsi su evidenze scientifiche, essere comprensibili e non fuorvianti. Prima di poter essere divulgate le informazioni devono essere verificate e approvate dalle autorità competenti.

Archivi

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Iscriviti alla Newsletter