Fondazione Zoé
Il cibo è sempre stato uno tra i più importanti piaceri della vita e la dieta mediterranea permette di associare un’alimentazione corretta ed equilibrata senza perdere il gusto della tavola.

Sono buoni i dati rilevati in Italia, dove la vita media ha raggiunto un record nella longevità con 84,3 anni per le donne e 79,1 per gli uomini. E’ quanto afferma la Coldiretti, sulla base dei dati Istat, rilevando che nell’ultimo decennio la vita media è aumentata di 2,4 anni per gli uomini e di 1,7 per le donne. E’ un italiano l’uomo più vecchio del mondo avendo raggiunto il record di 111 anni. Non dobbiamo solo dire grazie all’ereditarietà, perché siamo noi che costruiamo giorno per giorno la nostra futura salute.

Numerosi studi dimostrano che una dieta equilibrata, come quella mediterranea, è uno dei fattori principali per favorire un invecchiamento in salute: infatti è stata associata a una minore incidenza di decessi per problemi cardiovascolari o tumori, a una minore frequenza di ictus cerebrali, depressione, menomazioni cognitive e al mantenimento di un buono stato fisico.

In un recente articolo apparso sugli ‘Annals of Internal Medicine’, l’epidemiologa Cécilia Samieri dell’Istituto Nazionale Francese della Sanità, dimostra come una maggior attenzione alla qualità della dieta nella mezza età sia strettamente connessa a un aumento delle probabilità di affrontare la vecchiaia in buona salute.

La ricerca ha preso in esame 10.170 donne di età compresa tra i 50 e i 60 anni senza malattie croniche evidenziate. Durante un periodo di 15 anni le partecipanti allo studio hanno fornito informazioni riguardo la dieta e la salute per valutare eventuali cambiamenti dello stato fisico nella fase di osservazione.

Anche se non esiste un vero nesso causa ed effetto, lo studio ha evidenziato che adottare una dieta equilibrata dà alle donne una maggiore probabilità (almeno del 40%) di raggiungere in salute la vecchiaia rispetto a chi ha seguito questo regime alimentare solo in parte o per nulla.
 

Fonte: Samieri, 2013. Approfondimento ad autenticazione

 
Articolo nato dalla collaborazione tra la Fondazione Zoé e il CCF – Centro Studi di Comunicazione sul Farmaco dell’Università di Milano, per approfondire la letteratura in materia di Comunicazione della Salute. Vedi pagina Collaborazioni.

Archivi

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Iscriviti alla Newsletter