Fondazione Zoé

13 giugno, ore 18.15 – Palazzo delle Opere Sociali

«Sono nato a una nuova vita ogni volta che,
osservando
il mondo da insospettati punti di vista,
la
mia mente si è allargata a nuove comprensioni

Federico Faggin è uno degli italiani più illustri al mondo e il papà del microprocessore e del touchscreen. Vicentino, nato nel 1941 e residente negli Stati Uniti dal 1968, grazie alle sue innovazioni ha contribuito a rivoluzionare il presente che tutti conosciamo.

Nel presentare la sua autobiografia Silicio, ci racconterà della sua vita, dall’infanzia ai primi lavori, dalle grandi invenzioni, fino al suo appassionato impegno nello studio scientifico della consapevolezza, una ricerca trasversale e multidisciplinare, che fa toccare scienza e filosofia, tecnologia e umano.

Presenta e coordina l’incontro Luca Romano, Direttore di Local Area Network.

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, per consentirti di interagire con i social network, per avere statistiche sull’uso dei nostri servizi da parte dell’utenza e per personalizzare i contenuti pubblicitari che ti inviamo, questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione cliccando al di fuori di esso acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più e per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi