Fondazione Zoé

Si rinnova anche nel 2018 la collaborazione fra Fondazione Zoé e il Festival Biblico che affronta in questa edizione il tema del Futuro. Zoé porta la prospettiva della riflessione sulla salute all’interno del programma del Festival con l’appuntamento dal titolo “Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo” (Qo 3,1) che vedrà protagonista la psicologa e psicoterapeuta Mariarita Parsi e la filosofa Francesca Nodari. L’incontro, a ingresso libero, si terrrà sabato 26 maggio alle ore 11.00 in Piazza dei Signori a Vicenza.

L’incontro mette in dialogo una prospettiva antropologica-filosofica e una prospettiva psicoterapeutica. L’istante viene descritto come “diacronia”, cioè come momento che spezza la monotonia del tempo lineare. Recuperare il senso del tempo apre sia spaccati nuovi sul versante filosofico, sia sul versante psicologico e psicoterapeutico per costruire cammini individuali, sociali e comunitari per stare bene. Il tempo si apre così alla prospettiva della narrazione, capace di dar senso alle prospettive dell’io che si fa sé e della società che si fa noi. Relazionandoci agli altri nelle storie di vita potremo uscire dalla prospettiva narcisistica per intraprendere un cammino di futuro.

Qui il programma completo del Festival Biblico.