Home Page / ATTIVITÀ / Eventi

EVENTI

DANZARE NELLA TEMPESTA
Domenica 17 ottobre ore 17.00, Basilica Palladiana
DANZARE NELLA TEMPESTA
Il nostro corpo è un meraviglioso sistema di comunicazione. Ciascuna parte collabora con l'altra, inviando segnali e traducendoli costantemente. Senza sosta si misura con l'ignoto che viene da fuori e lo affronta. Dobbiamo ricordarci che nessuno di noi pu…
SPECCHIARSI NELLA PANDEMIA
Domenica 17 ottobre ore 11.00, Basilica Palladiana
SPECCHIARSI NELLA PANDEMIA
Il narcisismo abita i nostri amori e tutte le relazioni. Può essere fragile o contundente. Finché cerchiamo di rinchiuderlo in una definizione, non lo capiremo. L’esperienza della pandemia ci ha costretto a specchiarci nella paura e nell’incertezza, mette…
CHOPIN – 24 PRELUDI. LA MUSICA DELL’INFINITO
Sabato 16 ottobre ore 20.45, Basilica Palladiana
CHOPIN – 24 PRELUDI. LA MUSICA DELL’INFINITO
“Hai scelto un solo strumento, il pianoforte, e gli hai fatto parlare la lingua dell’infinito” (George Sand) Un viaggio attraverso i 24 preludi di Chopin interpretati dalla pianista Gloria Campaner che ci accompagna in un’esperienza d’ascolto intensa e s…
DALL’IO AL NOI: I LEGAMI CHE LIBERANO
Sabato 16 ottobre ore 17.00, Basilica Palladiana
DALL’IO AL NOI: I LEGAMI CHE LIBERANO
La crisi pandemica ha messo in evidenza l’infrastruttura connettiva della nostra vita quotidiana, ed è a partire da questa rivelazione che possiamo immaginare di rigenerare (non di far ripartire) i nostri mondi. Un’antropologia relazionale ci aiuta a ripe…
L’ACQUA CHE CURA
Sabato 16 e domenica 17 ottobre ore 16.00, Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari
L’ACQUA CHE CURA
Visita laboratoriale per adulti a cura dei servizi educativi delle Gallerie d’Italia. Una lettura coinvolgente di una preziosa icona della metà del XVIII secolo, Madre di Dio “Fonte di vita”, proveniente dall’imponente corpus di icone della collezione In…
VITA SEGRETA DELLE EMOZIONI
Sabato 16 ottobre ore 11.00, Basilica Palladiana
VITA SEGRETA DELLE EMOZIONI
Quante volte ci forziamo a reprimere un’emozione? Lo facciamo perché ci vergogniamo dello sguardo degli altri. O perché siamo abituati a diffidare delle emozioni, analfabeti del discorso emotivo. Eppure, è proprio quello che sentiamo a permetterci di cono…
1 2 3 4 5